Nuove uscite per Fanucci Editore.

Sto leggendo Electric Dreams edito da Fanucci Editore  e mi sta piacendo un sacco, quindi è con onore che vi presento altri tre libri editi da questa fantastica casa editrice.

Titolo: The long way. Il lungo viaggio
Autore: Becky Chambers
Editore: Fanucci
Uscita cartaceo: 17 gennaio 2018
Prezzo ebook: €4,99
Prezzo cartaceo: €16,90Chambers_The_Long_Way.png

Un viaggio avventuroso in un mondo lacerato da guerre in cui l’unico obiettivo è la sopravvivenza.

Sinossi.
Quando Rosemary Harper si unisce all’equipaggio della navicella Wayfarer non ha grandi aspettative: questa è stata costruita per creare tunnel spaziali che consentano il passaggio immediato da un capo all’altro della galassia. Tutto ciò che desidera è trovare un posto tranquillo, da poter chiamare “casa”, e avventurarsi verso angoli lontani e inesplorati, lasciando su Marte il suo passato travagliato e doloroso. Da quel lungo viaggio, invece, Rosemary otterrà molto di più… A bordo della Wayfarer la vita è proprio come se l’aspettava, più o meno pacifica anche se caotica, e conoscere i membri dell’equipaggio, composto sia da umani che da intelligenze artificiali, si rivela un’avventura interessante. Ma soprattutto, per la prima volta nella sua esistenza, Rosemary ha la possibilità di esplorare la galassia e confrontarsi con una moltitudine di culture e specie differenti, capaci nonostante tutto di convivere. E queste scoperte la porteranno a capire il vero valore della famiglia e dell’amore perché a volte il proprio posto è nello spazio aperto, buio e illimitato…

Passiamo ora ad un altro libro, che trovo stupendo già dalla copertina.

Titolo: Cocopa. I vulcani di ghiaccio
Autore: Giorgio Martignoni
Editore: Fanucci
Uscita cartaceo: 17 gennaio 2018
Prezzo ebook: €4,99
Prezzo cartaceo: €12,90Martignoni_Cocopa

Quando a governare sono i sogni dei bambini…

Sinossi.
Yeyewata è un piccolo villaggio di palafitte dove vive una libera comunità di bambini che si autogoverna con i propri sogni e dove non esiste la proprietà ma tutto viene condiviso. Qui i sogni godono di una tale importanza da essere utilizzati per trovare risposte ai problemi della vita quotidiana. Al compimento dei dieci anni, infatti, ogni membro della comunità deve raccontare il proprio sogno per inserirlo nel grande Libro. Ma quando arriva il suo turno, Cocopa ha da raccontare solo incubi. E per evitare di rovinare l’equilibrio dell’intera tribù, il giovane decide di intraprendere un lungo e avventuroso viaggio alla ricerca dei suoi peggiori incubi e paure per poterli finalmente affrontare…

Come ormai saprete, la Fanucci pubblica anche moltissimi libri gialli. Eccone uno appena sfornato.

Titolo: Doppia verità
Autore: David Baldacci
Editore: Time Crime – Fanucci
Uscita ebook: 17 gennaio 2018
Uscita cartaceo: 24 gennaio 2018
Prezzo ebook: €9,99
Prezzo cartaceo: €20,00Baldacci_Doppia_Verità

Il maestro mondiale del thriller è tornato con un romanzo incalzante che si preannuncia essere il migliore dell’anno!

Sinossi.
John Puller non è semplicemente un agente speciale dell’Esercito degli Stati Uniti, ma la punta di diamante della Criminal Investigation Division, l’uomo a cui ci si affida per risolvere i crimini più complessi ed enigmatici. Questa volta, però, Puller è alle prese con un caso anomalo, dai delicati risvolti personali… Il cadavere di sua zia è stato rinvenuto a Paradise, una tranquilla cittadina della Florida, considerata un vero e proprio paradiso in terra dai numerosi turisti che ne affollano le incantevoli spiagge. Mentre la polizia locale è fermamente convinta che si tratti di uno sfortunato e tragico incidente, il ritrovamento di una lettera dal contenuto misterioso, scritta dalla donna poco prima di morire, rimette le carte in tavola e induce Puller a indagare sulla vicenda. Quello che l’agente speciale scoprirà gli infonderà il sospetto che la morte della zia non sia affatto casuale e che le bellezze naturali di Paradise nascondano una fitta rete di cospirazioni e depistaggi che, se portati a galla, potrebbero condurre a una sconvolgente verità…

Ora avreste ormai dovuto decidere su quale libro puntare, vero? Tre libri per tre gusti.

Un abbraccio.
UnBoscoNellaMente – Tanya.

Annunci

RECENSIONE – Il mio Erbario

Colgo l’occasione per ringraziare la casa editrice Macro che mi ha spedito questo volume davvero ben fatto e di facile lettura. Se volete saperne di più per quanto riguarda le piante ed i loro usi, vi consiglio di proseguire con la lettura.

Titolo: Il mio erbario
Autore: Maurice Mességué
Editore: Macro
Collana: La Biblioteca del Benessere
Prezzo cartaceo: €12,90
ISBN: 9788893192132il-mio-erbario-131758.jpg

Sinossi.
Da uno dei più conosciuti erboristi del Novecento una vera e propria guida illustrata all’utilizzo delle erbe per la nostra salute.
Maurice Mességué, noto anche come il Maestro delle Piante, in quest’opera ha selezionato e raccolto in ordine alfabetico le 100 principali erbe in base alla loro efficacia terapeutica e reperibilità. Ci sono erbe conosciute, ma anche alberi, ortaggi e frutti: dalla rosa canina alla rapa, dalla calendula al crescione, dalla betulla alla menta, dai mirtilli alla salvia, dall’arnica al ciliegio, e tante altre piante.
Per ogni rimedio erboristico Mességué, con completezza, scientificità e in termini accessibili a ogni lettore, ci indica le proprietà e le caratteristiche, come riconoscerlo, dove e quando raccoglierlo, come coltivarlo, i disturbi e le malattie per cui è indicato.
Ci spiega anche le varie modalità di preparazione e utilizzo sotto forma di succo o di estratto, di infuso o di decotto, di bagni alle mani, pediluvi o semicupi, in polvere, lozione o come balsamo, in combinazione con gli alimenti o con le bevande, senza mai trascurare di segnalare le controindicazioni.
L’opera si completa con un utilissimo prontuario per la cura con le erbe indicate da Mességué di oltre 150 patologie: dall’acne alla tosse, dalle emorroidi all’asma, dalle coliche al raffreddore, dai reumatismi alla pressione alta, dall’insonnia all’herpes, dal diabete ai problemi ai denti, dall’angina all’alitosi, dalla bronchite alla stitichezza

Recensione.
Il libro è davvero ben fatto, le illustrazioni che ci accompagnano in ogni pagina sono favolose, la scrittura è semplice ma spiega benissimo ogni passaggio.
Leggendo questo libro possiamo imparare, grazie alle illustrazioni, a riconoscere molti tipi di piante, sia conosciutissime come la Salvia, sia meno conosciute come il Lamio. Ogni pianta viene descritta con le sue proprietà medicinali, ci viene consigliato quando e come raccoglierla, e con quale metodo è più conveniente usarla.
Potremmo inoltre imparare a fare un decotto, un infuso, la macerazione, il succo la tintura, la lozione e tanti altri metodi che personalmente non conoscevo.

“Amabile papavero, fiordaliso vestito d’azzurro, salvia baciata dal sole, rosa dei miei amori, e voi tutte piante mie beneamate, mi auguro di essere stato all’altezza di rendervi l’affettuoso omaggio che meritate e di non avervi deluse. Non ambisco altra ricompensa per la mia fatica, ed è questo l’unico desiderio che formulo nel concludere questo libro.”

Alla fine del libro, troviamo il prontuario per la cura di varie patologie come l’asma, le coliche, i reumatismi e molte altre… L’autore ci invita però a ricorrere alla medicina moderna in casi più gravi, cosa che ho apprezzato moltissimo e ho trovato più che giusto.
Il mio voto è 5 su 5. Terrò questo libro sul mio comodino pronta a leggerne le pagine ogni volta che prenderò un raffreddore. Se vi piace l’antica medicina, senza farmaci pesanti, questo testo fa per voi, inoltre se pensate che anche l’occhio vuole la sua parte allora non dovreste proprio farvelo scappare.

Come sempre, ditemi cosa ne pensate.
UnBoscoNellaMente – Tanya.

5 cose che… #10

Per questa decida puntata della rubrica “5 cose che…” creata da Twins Books Lovers è stata scelta una categoria molto carina.

5 bei film tratti da libri.

1. Sicuramente la saga di Harry Potter. Anche se mancano alcune cose dei libri credo sia comunque una bellissima saga cinematografica capace di far emozionare.favorite-harry-potter-movie-main.jpg
2. La Storia Infinita. Un grande classico della mia infanzia.slide_501040_6977752_compressed
3. Shadowhunters. Non ho mai letto i libri, anche se ho comprato i primi due, ma il film mi è piaciuto molto. La serie tv invece non sono proprio capace di apprezzarla e l’ho lasciata a metà.49232
4. P.S. I love you. Ho visto il film e poi ho letto il libro e anche se le differenze sono davvero moltissime, mi hanno comunque commossa in entrambe le circostanze. p_s_i_love_you
5. Dracula di Bram Stoker. Non ci sono parole per descriverlo. Il film è stato capace di entrare nell’anima del libro.200718564

Spero di avervi fatto tornare alla mente dei bellissimi ricordi.
UnBoscoNellaMente – Tanya.

PARANORMAL #4 Recensione Nero Eterno.

Buona sera a tutti, come state?
Per questa nuova puntata della rubrica Paranormal, ho deciso di unire due cose e cioè il paranormale con i libri. Vi voglio quindi presentare questo libro che parla di un evento paranormale e più precisamente di una casa infestata…

Titolo: Nero Eterno
Autore: David Falchi
Editore: Dunwich Edizioni
Collana: Ritorno a Dunwich
Prezzo ebook: €0,99
Prezzo cartaceo: €9,87
ISBN: 978153531505061YGDfFsyHL._SY346_

Sinossi.
Marcello Kiesel è un cacciatore di fantasmi, specializzato nello scovare e annientare le presenze demoniache. Accompagnato dal suo fedele assistente, Lerner, spirito intrappolato in uno specchio, tenterà di affrontare e demolire l’entità diabolica che infesta la casa dei coniugi Guidi. Il caso in questione, però, si dimostrerà diverso e molto più ostico dei precedenti e coinvolgerà Kiesel a un livello più profondo, minando le certezze già acquisite in anni di consolidata attività professionale. Attraverso strumenti di protezione contro gli spiriti, sogni astrali e passaggi in diverse dimensioni del reale e dell’onirico, il protagonista cercherà di contrastare l’oscura presenza che tenta di impossessarsi del suo spirito e della sua carne.

Recensione.
Sicuramente ci troviamo davanti ad un romanzo originale pur rimanendo sulla classicità del genere horror paranormale. In alcune scene descritte vi ritroverete a tremare come ad esempio leggendo la descrizione della presenza che infesta la casa. È raccapricciante, tra sangue e carne putrida, è riuscita a farmi venire i brividi.
Molto simpatica ed originale anche l’idea dell’aiutante deceduto che ora “vive” dentro ad uno specchio dove ogni sfondo è uguale a quello che vede il protagonista, ma nello stesso istante è anche più macabro e morto.
Come ben sapete cerco sempre di non fare paragoni tra gli autori, e quindi non dirò che sia uguale agli horror di Stephen King, ma state certi che anche questo autore è capace di sbalordire.

“Le giunture mi tremavano e sentivo ancora il grido che mi faceva fischiare i canali uditivi. Razionalmente sapevo di essere di nuovo alla luce del sole e di non avere nulla da temere ma la paura non ha niente di razionale. È una forza che si aggrappa al cuore con la disperazione di un naufrago in procinto di annegare e scrollarsela di dosso è sempre un’ardua impresa.”
I personaggi del romanzo mi sono piaciuti davvero molto essendo veri e pieni di ricordi. Unica pecca, gli avrei dato più spazio. Chissà, magari in un altro suo romanzo…
La scrittura è semplice, ormai avrete capito che non scelgo libri per complicarmi la vita, e di sicura riesce a coinvolgere quasi da subito.
Il mio voto è 4,5 su 5. Non me la sento di dare un voto pieno perché personalmente mi aspetto anche qualcos’altro, forse una storia sul paranormale non incentrata su una presenza sola, ma appunto è solo una questione personale.20171215_173714-1.jpg
Se le storie di fantasmi, creature, demoni interiori e non, contatti con l’aldilà, sono il vostro pane quotidiano, allora questo libro fa per voi.

Spero davvero che leggere questo libro che mi ha tenuto compagnia per un po’. Come sempre, se già lo avete letto, sarei felice di sentire la vostra opinione.

Un abbraccio.
UnBoscoNellaMente – Tanya.

RECENSIONE / COLLABORAZIONE Lenti a Contatti PinkyParadise

Ciao a tutti.
Se ricordate, tempo fa ho fatto una recensione di un paio di lenti a contatto colorate e graduate comprate su PinkyParadise che ho adorato davvero tantissimo. La recensione delle lenti in questione la trovate cliccando QUI .
Dopo aver comprato dal loro sito mi è stata offerta la possibilità di provare altre lenti, sempre graduate per la mia miopia e assolutamente colorate.
Da brava scema disorganizzata quale sono, ho buttato via il boccettino contenente le lenti dove c’era anche scritta la marca ed il diametro.
Essendo una collaborazione io ho scelto solo la graduazione delle lenti, ma il colore, l’effetto ed il diametro, sono stati scelti da loro.
Mi è arrivata una lenta nera, molto naturale, del mio diametro. L’effetto è molto naturale e quindi voglio consigliarla per indossarla tutti i giorni. Nella foto è quella a destra ma per colpa della luce il colore sembra invariato.20180111_132017-1
L’altra lente. quella di sinistra, invece è marrone all’interno (colore dei miei occhi naturali) e nera attorno. Il diametro è leggermente più grande della mia solita misura e quindi inizialmente mi dava un po’ fastidio. Non l’ho portata per molte ore ma già dopo poco la sensazione di fastidio è passata. Visto l’effetto particolare della circonferenza esterna, mi sento di consigliare questo tipo di lenti per qualche cosplay anche se ogni tanto ci faccio un pensierino perché mi piace molto.20180111_132017-1-1
Insieme alle lenti, l’azienda mi ha mandato un porta lenti molto carino a forma di gufo, che è il mio animale preferito. Ogni volta che acquisterete le lenti dal loro sito vi manderanno anche un porta lenti a forma di animaletto, ma non potrete decidere voi quale avere.
Ho ricevuto inoltre una carinissima bustina di plastica, un fermacapelli particolare con il velcro, degli adesivi in tema, dei tatuaggi removibili e una “pastiglia bianca” che se bagnata si apre e diventa una maschera per il viso ma non c’erano istruzioni quindi non so dirvi a cosa serva inoltre l’ho dimenticata nella foto.
Sono molto contenta del risultato finale, ma mi dispiace non riuscire a mostrarvele bene come vorrei.20180111_182257

Cosa ne pensate? Voi indossate occhiali, lenti normali o colorate?
Ricordate di seguirmi anche su Instagram: @unbosconellamente dove non parlo solo di libri ma anche di paganesimo, magia, wicca, natura ed altro.

A presto,
UnBoscoNellaMente – Tanya.

RECENSIONE – Incantesimi per Giovani Streghe.

Oggi vi porto la recensione di un libro che ho davvero adorato. Non si tratta di un romanzo ma nemmeno di un manuale di stregoneria.

Titolo: Incantesimi per Giovani Streghe
Autore: Silver Ravenwolf
Editore: Armenia
Prezzo cartaceo: €15,00
ISBN: 9788834431405zoom_11648795_883443140

Sinossi.
Uh libro dedicato a tutte le ragazze affascinate dalla Wicca, che vogliono scoprirsi Streghe e aggiungere un pizzico di magia alle loro giornate. Con un piglio diretto, Silver RavenWolf invita le giovani a scoprire dentro di sé doti di incantatrici e arricchire la propria vita. Grazie a questo prezioso volume, le giovani Streghe saranno in grado di: scoprire il proprio nome magico; celebrare i sabbat e gli esbat; creare uno spazio magico; purificare, consacrare e caricare di energia gli oggetti; ricorrere a semplici strumenti (candele, disegni, erbe e oggetti quotidiani) per celebrare rituali divinatori e lanciare incantesimi Tutto questo altro ancora.

Recensione.
Inizio con il dire che non amo molto la sinossi del libro, dato che sono fermamente convinta che la wicca, la stregoneria e qualsiasi altra religione esistente, è creata per essere sia per donne che per uomini.
Negli anni ho letto davvero molti libri che trattano questo argomento, molti erano divertenti, altri noiosi, altri ancora mi hanno insegnato moltissimo, ma questo libro mi ha colpita tantissimo per la semplicità con cui è scritto.
All’interno di questo testo potremmo studiare alcune erbe e alcuni cristalli, imparare le basi della meditazione e della telepatia. Scopriremo quali sono gli esbat e i sabbat e come festeggiarli. Impareremo inoltre a costruire i nostro rituali ed incantesimi, con le nostre parole e le nostre forze, ma soprattutto, questo libro, ci insegna l’importanza dell’immaginazione che crea la magia.
Tutti i capitoli sono abbastanza corti e molto facili da capire, in più alla fine degli stessi troviamo sempre qualche esercizio scritto da fare.
Non me la sento di consigliarlo a persone interessate all’aspetto più religioso della stregoneria, né a chi pensa di trovare in questo libro rituali pratici da provare subito. Se però volete studiare un po’ l’Arte della vita e volete entrare in questo mondo incantato e scoprire quante belle cose possiamo creare solo con la nostra mente, allora questo libro fa per voi.
Il mio voto di questo libro è 5 su 5 proprio per la sua semplicità. L’autrice è molto schietta e il libro non ha pretese quindi può leggerlo chiunque.20180109_153007

Spero di essere riuscita a farvi capire quanto io abbia apprezzato questo testo. Vi dico la verità: ho sottolineato tantissime cose che sicuramente andranno nel mio libro delle ombre.
UnBoscoNellaMente – Tanya.

5 cose che… #9

Come sempre ringrazio Twins Books Lovers per aver creato questa rubrica. Per la nona puntata hanno scelto:

I 5 film peggiori tratti da libri.

1. La quinta onda.52841
2. Twilight.movieposter
3. Fallen.large_fallen_movie_poster
4. Io sono il numero quattro.48145
5. Tommyknockers.7r9Ym2elnrDg4IUadSgyU0ZKnld

In alcuni casi sono proprio rimasta delusa dal film in sé, in altri casi credo che sia stata sbagliata la scelta dei personaggi.

Voi invece, quale film tratto da libro, proprio non avete sopportato?
UnBoscoNellaMente – Tanya.